WikiTarlo
Blog di Italsave Antitarlo

Come scoprire se ho i tarli nel legno

guida per scoprire i tarli

Capire se il legno è stato infestato dai tarli non è un’operazione molto difficile: è sufficiente, infatti, porre attenzione a particolari eventi che possono verificarsi e che ci aiutano a comprendere se il tarlo del legno ha fatto irruzione nei nostri ambienti.

Ecco una breve guida per scoprire e riconoscere i tarli del legno.


Rosume o segatura del legno

Si tratta di polverina finissima, ammucchiata in prossimità dei mobili infestati, o sul pavimento, in direzione di travi e tetti.

Il rosume non è altro che segatura di legno, prodotta dai tarli, nel corso della loro opera di scavo, e, una volta adulti, lo spingono esternamente, durante la fase di sfarfallamento, in concomitanza della quale producono dei forellini sulle superfici del legno.

La diversa consistenza del rosume rinvenuto, può aiutare a comprendere quale tipo di tarlo abbia infestato le nostre travi o i nostri mobili.


Fori di sfarfallamento

I fori di sfarfallamento sono generalmente l’indizio più diffuso, grazie al quale si scopre di avere il legno infestato dai tarli.

Si tratta di buchini ben visibili, praticati dal tarlo adulto, sulle superfici del legno, durante la fase di sfarfallamento.

L’adulto, infatti, giunto alla fase finale del suo ciclo riproduttivo, sfarfalla con lo scopo di accoppiarsi e deporre nuove uova.

Le differenti dimensioni dei fori indicano il tipo di tarlo che ha infestato il nostro manufatto.


Rumore di rosicchiamento o ticchettio

Spesso ci si può accorgere della presenza di tarli, a causa di un rumore simile a rosicchiamento o ticchettio, proveniente dal legno.

Non tutti i tarli, però, producono rumore nel legno, ma solo i:

Questo non rappresenta un indizio, se è in corso un’infestazione da tarli Anobidi o Lictidi, in quanto, durante tutte le fasi del loro ciclo biologico, non producono alcun rumore.


Ritrovamento di tarli adulti

Non è raro, ritrovare i tarli adulti sfarfallati dal legno. È possibile, infatti, rinvenire carcasse di tarli, che hanno esaurito il loro ciclo vitale, o mentre volano, per spostarsi da un manufatto all’altro, con lo scopo di trovare un posto a loro congeniale per deporre le uova.

È importante ricordare che il tarlo adulto è giunto ormai al termine del suo ciclo riproduttivo, e vive in questo stadio solo per alcune settimane.

Ciò significa che il danno all’interno di travi o mobili è già avvenuto e potrebbero aver già depositato le uova, per cui una nuova generazione infestante di tarli è già attiva.

Eliminare i soli tarli adulti, purtroppo, non è, dunque, un metodo sufficiente per assicurare la difesa e la protezione del legno.

È necessario, infatti, affrontare il problema alla radice, accertandosi di eliminare anche uova e larve di tarli, con metodi professionali, certificati e definitivi, come il Calore PROtection per il trattamento di travi e tetti in legno, e Microonde PROtection per la disinfestazione di mobili antichi.


Categorie

Risolvi il problema dei tarli definitivamente

Richiedi un preventivo gratuito