WikiTarlo
Blog di Italsave Antitarlo

Trattamenti antitarlo per travi a confronto

Sul mercato sono presenti diversi metodi per eliminare i tarli da tetti in legno con travi e capriate.

Non tutti, però, sono davvero efficaci o consentiti per la sicurezza dell’ambiente e delle persone.

Prima di decidere a quale metodo di disinfestazione tarli affidarsi, è necessario analizzare i fattori più importanti, per fare una scelta consapevole.

Ecco, di seguito, i principali trattamenti antitarlo a confronto.

tabella comparativa dei trattamenti antitarlo su travi

Efficacia del trattamento

Quali trattamenti antitarlo sono davvero risolutivi? Quali eliminano completamente i tarli, senza lasciare residui?

Aria calda o Calore PROtection

Elimina i tarli in tutte le forme biologiche (uova, larve, pupe e adulti).

Non c’è alcun rischio che il problema dei tarli si ripresenti, in quanto il metodo prevede il trattamento dell’intero ambiente, al fine di garantire il raggiungimento delle uova, impossibili da individuare con l’occhio umano.

Microonde

Elimina tutte le forme vitali dei tarli (uova, larve, pupe e adulti).

Tuttavia, il metodo non è sicuro, in quanto, generalmente, vengono proposti ed effettuati interventi localizzati, laddove si riescano ad individuare le aree dove potrebbero esserci i tarli, non considerando che gli adulti già sfarfallati, essendo ottimi volatori, hanno già depositato le uova, invisibili all’occhio umano, altrove. Pertanto restano aree già infestate e non bonificate.

Fumigazione

Mediante l’utilizzo di gas tossici, colpisce tutte le forme biologiche dei tarli (uova, larve, pupe e adulti)

Fai da te e applicazione del prodotto antitarlo

Il prodotto antitarlo non è in grado, da solo, di garantire una bonifica totale del legno, in quanto agisce solo sulle larve o i tarli adulti che si nutrono di porzioni di legno imbevuto.

Le uova, invece, non vengono colpite in alcun modo, pertanto l’infestazione continuerà il suo percorso.

L’applicazione del prodotto antitarlo è consigliata solo a scopo protettivo o preventivo, ma non curativo.


Applicazione in campo aperto e sicurezza per ambiente e persone

Aria calda o Calore PROtection

È un metodo totalmente adatto per l’applicazione in campo aperto, in quanto non utilizza alcun tipo di veleno o sostanza dannosa, ma solo ed esclusivamente aria calda, emanata con lo scopo di raggiungere le temperature letali per i tarli.

Si tratta di una disinfestazione ecologica e certificata come sicura per l’ambiente e le persone.

Microonde

Non devono essere utilizzate in campo aperto, perché pericolose per ambiente e persone.

Il libero irraggiamento delle onde elettromagnetiche, infatti, non consente l’assoluto controllo dei fenomeni di rifrazione, che avvengono a causa del contatto con metalli visibili o sottotraccia, come tubi, chiodi o cavi.

Inoltre, rilasciare le onde elettromagnetiche liberamente, costituisce un pericolo soprattutto per la salute, perché i campi elettromagnetici sono stati classificati come potenzialmente cancerogeni per l’uomo.

Diverso è, invece, se vengono applicati in camera chiusa, come nel caso del forno a microonde per il trattamento dei mobili. In questo caso c’è pieno controllo e nessun pericolo per ambiente e persone, in quanto la camera è dotata di uno sportello schermante.

Fumigazione

Non è assolutamente consentita l’applicazione di questo metodo, in quanto vengono utilizzati gas come il bromuro di metile, l’ossido di etilene e l’idrogeno fosforato, che sono altamente tossici e pericolosi per l’uomo.

Fai da te e applicazione di prodotto antitarlo

Ne è consentita l’applicazione in campo aperto, tuttavia, per la sicurezza dell’ambiente e delle persone, è necessario porre attenzione al tipo di prodotto da utilizzare e alle sue componenti.

Esistono, infatti, in commercio, prodotti chimici con composizioni velenose, che non vanno utilizzati, e prodotti che, invece, presentano una composizione più adatta per tali applicazioni e rispondenti alle normative vigenti.


Metodi rispondenti alle normative vigenti

Tutti i trattamenti di disinfestazione qui analizzati sono legalmente applicabili, tranne il metodo con fumigazione, che è stato vietato dalla legge, a causa del libero utilizzo di gas tossici, come il bromuro di metile, l’ossido di etilene e l’idrogeno fosforato.


Sicurezza del legno

Nessuno dei metodi antitarlo qui indicati provoca danni alle strutture lignee.

In particolar modo, il metodo di disinfestazione con aria calda segue specifiche procedure collaudate, secondo le quali si alternano fasi di immissione a fasi di sospensione di aria calda, al fine di non superare la soglia di stress delle strutture.


Categorie

Risolvi il problema dei tarli definitivamente

Richiedi un preventivo gratuito