WikiTarlo
Blog di Italsave Antitarlo

Trattamento antitarlo con ultrasuoni

trattamento antitarlo con ultrasuoni

È molto facile trovare, in commercio, delle apparecchiature, che promettono di allontanare animali e insetti, mediante l’emissione di ultrasuoni.

Gli ultrasuoni sono delle onde sonore, caratterizzate da una frequenza non percepibile all’orecchio umano, ma solo agli animali.

L’effetto ottenuto dagli ultrasuoni non è quello di uccidere gli animali, che li percepiscono, ma di allontanarli dal luogo da loro occupato, perché ormai reso fastidioso.

Si può, da ciò, ben comprendere come gli ultrasuoni non possono essere utilizzati come metodi antitarlo, in quanto i tarli sono insetti, che, per la maggior parte del loro ciclo vitale, non vivono in libertà, ma, sotto forma di larva, si sviluppano per anni e anni all’interno di travi e mobili in legno.

Posizionare un apparecchio ad ultrasuoni risulta, dunque, del tutto inutile, perché non sarebbe in grado di allontanare i tarli dal luogo di infestazione.

Altri studi effettuati, a tal riguardo, hanno preso in considerazione la capacità delle onde degli ultrasuoni di produrre delle vibrazioni, in grado di generare variazioni termiche. Gli ultrasuoni, infatti, cedono parte della loro energia al materiale che colpiscono, provocandone un riscaldamento. Si ipotizzava, dunque, che la loro applicazione potesse generare un effetto simile a quello del metodo microonde. Ne è emerso, però, che il riscaldamento provocato dagli ultrasuoni è molto limitato, per cui non in grado di raggiungere le temperature letali per i tarli.


Per risolvere definitivamente il problema dei tarli, è utile affidarsi a specialisti nell’ambito dei trattamenti antitarlo, che possono indicare il metodo risolutivo più idoneo, per eliminare i tarli in maniera garantita.


Categorie

Risolvi il problema dei tarli definitivamente

Richiedi un preventivo gratuito